2
<<

‘Babbo Natale della salute’ nelle scuole di Tocco da Casauria

Iniziativa della Lilt – Pescara per sensibilizzare i bambini ad uno stile di vita sano

PESCARA - “La Lilt ha portato nella scuola di Tocco da Casauria il ‘Babbo Natale della salute’, un Santa Claus speciale che ai bambini ha consegnato un sacco pieno di frutta e di informazioni utili per imparare sin dall’infanzia a prevenire l’insorgenza dei tumori, adottando uno stile di vita sano. E’ successo nella scuola dell’infanzia di Tocco ‘Enza Terzini’, intitolata alla giovane deceduta sotto le macerie de L’Aquila nel 2009, un’iniziativa che rappresenta l’ulteriore passo in avanti del Progetto ‘Sistema Salute’ che stiamo portando su tutta la provincia, con l’obiettivo di formare ovunque studenti che siano ‘Operatori di prevenzione’”. Lo ha detto il professor Marco Lombardo, Presidente della Lilt – Lega Italiana Lotta contro i Tumori – Sezione di Pescara e Coordinatore della Lilt Abruzzo che è arrivato nella scuola dell’infanzia di Tocco da Casauria accompagnato dalla psiconcologa Maria Di Domenico, da alcune volontarie della Lilt e da Nico Di Florio, responsabile della delegazione toccolana della Lilt. Ad attenderli i 79 bambini della scuola dell’infanzia con i rispettivi insegnanti. “Il progetto ‘Sistema Salute’ – ha ricordato il professor Lombardo – va avanti ormai da nove anni, con quattro congressi nazionali alle spalle e decine di scuole di Pescara con cui abbiamo lavorato ogni anno e abbiamo confezionato prodotti di informazione, come gli spot di sensibilizzazione realizzati con gli studenti del Liceo Classico ‘d’Annunzio’, il Liceo Scientifico ‘Galilei’ e l’Istituto tecnico ‘Acerbo’, o anche il libro ‘L’uomo è ciò che mangia’ redatto a più mani con i ragazzi dell’Istituto Alberghiero Ipssar ‘De Cecco’. Nel 2019 non solo torneremo negli Istituti superiori, ma continueremo a penetrare anche nelle scuole primarie, medie ed elementari, e dell’infanzia perché la prevenzione cominci tra i ragazzi sin dalla più tenera età. Il nostro obiettivo è chiaro: spiegare ai bambini, in maniera semplice e comprensibile, che il tumore è un nemico che può essere sconfitto, ma soprattutto è possibile adottare uno stile di vita che ci aiuta a scongiurare, nel 40 per cento dei casi, la sua stessa insorgenza. E questo accade mangiando in modo sano e naturale, riducendo al minimo gli zuccheri elaborati, non mangiando grassi, prediligendo frutta e verdura, dunque i colori della salute, evitando il sovrappeso, e facendo movimento in maniera costante, non necessariamente attività agonistica, ma comunque praticando uno sport che sostenga il metabolismo. Evitare il fumo, ridurre l’alcol e soprattutto non contrarre quei virus che possono essere concausa nell’insorgenza del rumore, come l’Hpv e l’epatite virale. Poche regole utili anche per evitare altri tipi di malattie cardiovascolari o come il diabete. Tutto questo si racchiude nel decalogo della prevenzione primaria. Poi occorre fare anche prevenzione secondaria, ossia effettuare controlli costanti partecipando alle campagne di screening periodico che anche la Lilt esegue, perché oggi individuare un tumore quando è ancora piccolissimo significa guarire nel 60 per cento dei casi. Infine abbiamo illustrato la prevenzione terziaria, ovvero l’assistenza garantita a chi ha già contratto la malattia e necessita di supporto anche per il suo reinserimento socio-professionale”. Le volontarie della Lilt, con la psiconcologa Di Domenico, hanno drammatizzato tali informazioni con la storia del bruco che diventa farfalla mangiando in modo sano, solo tanta frutta e verdura, suscitando l’interesse e la partecipazione dei piccoli, di età compresa tra i 3 e i 6 anni. E alla fine a ricordare la lezione è intervenuto anche il Babbo Natale della Lilt che ha distribuito a tutti i bambini i ‘mandarini di Natale’, “suggerendo ai bambini di mangiare a Natale non solo le lasagne o i dolci tipici, ma anche la frutta per stare bene”, come ha sottolineato il Presidente Lombardo. I bambini che hanno partecipato al Progetto ‘Sistema Salute’ sono: Classe I A Denis Alili, Lorenzo Casciano, Laura Cavaliere, Rebecca D’Angelo, Angelica Del Rosso, Enrico Di Nicolantonio, Francesca Farchione, Martina Galante, Paolo Giannini, Bruno Giannini, Anna Lakhwinder, Flavio Lupone, Benedetta Olivieri, Vishal Param, Andrea Patricelli, Mattia Pavone, Selvaggia Chanelle Petini, Luca Pietromartire, Andrea Sabatinelli, Ludovica Senese, Lorenzo Sticca, Matteo Visconti, Luigi Zaccagnini; Classe I B Eliza Alili, Ardit Amzaji, Sufian Bedjeti, Filippo Bruno, Ludovica Bruno, Lorenzo Nicolae Buccilli, Laura Camera, Francesco Cerquetelli, Greta D’Angelo, Leonardo De Lutiis, Stefano De Simone, Beatrice Di Valentino, Carla Fernandez, Luigi Fernandez, Debora Matricciani, Semil Pervizi, Federica Presutto, Lorenzo Raulli, Azzurra Filippa Salce, Eleonora Salce, Francesco Salce, Maria Letizia Savini, Martina Scipione, Anisa Shakjiri, Mattia Sticca, Samuele Terzini, Omer Xheladini, Asli Zurapi; Classe I C Grecia Antolini, Amar Asani, Anthony Bernardoni, Cloe Cappoli, Emma Cristallini, Annagiulia D’Amico, Miriam D’Andrea, Federico Di Donato, Carlotta Di Federico, Diletta Di Florio, Lorenza Farchione, Elisabetta Gertoli, Ekam Lakhwinder, Maria Merolli, Erina Murati, Medina Murati, Christian Mustaccioli, Mattia Mustaccioli, Anna Rita Pinti, Marta Puracchio, Lorenzo Raulli, Fernando Claudio Rizio, Jacopo Rizio, Kevin Rizio, Emma Romano, Filippo Savini, Mattia Valenza, Ensar Saliji.

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alune fotografie potrebbero essere prese dalla rete consideandole di dominio pubblico. I leggittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.
il fitness si basa sul principio di michele che clicca qui per scoprire il metodo fitness originale

la salute è una cosa molto importante sito web ecco perche deve essere preservata

il body building è solo per uomini che palestriamo dal momento che si alzano a quando dormono

facendo palestra non si aumenti di peso ma se sei grasso è possibile

A me piace moltissimo studiare il fitness infatti mi sono iscritto ad una scuola importante

se ce una cosa che per me è fondamentale sono attrezzi da fitness non posso farne a meno

Domenico è un grande allenatore di fitness clicca qui per guardare il suo profilo