11
<<

Al GSSI una lezione di Nazzareno Mandolesi sulle prime ore di vita dell'Universo

L’8 aprile al Gran Sasso Science Institute per raccontarci la sua difficile impresa

L'AQUILA - È lo scienziato che ha scattato la “foto” dell’Universo neonato e l’8 aprile sarà con noi al GSSI – Gran Sasso Science Institute per raccontarci la sua difficile impresa. Il Professor Nazzareno Mandolesi – associato INAF, docente di Fisica dello Spazio all’Università di Ferrara ed ex componente di comitati di valutazione ESA – è un cosmologo da 420 pubblicazioni e oltre 40.000 citazioni. È stato insignito di numerosi premi alla carriera fino al prestigioso Premio Gruber nel 2018.
Lunedì, alle ore 16:30, durante la conferenza dal titolo “The Planck legacy and the future of cosmology and fundamental physics” (Main Lecture Hall del GSSI, viale Crispi, 7), Mandolesi ci spiegherà come lo studio della radiazione di fondo cosmico (ormai universalmente denominata CMB, dall’inglese Cosmic Microwave Background) sia in grado di fornirci, appunto, l’immagine dell'Universo appena nato, come se immortalassimo un uomo alle prime 20 ore di vite.
Il merito di questo storico “scatto” è della missione Planck, che il Professor Mandolesi ha guidato fin dal suo inizio nel lontano 1992: “È questa foto – spiega lo scienziato – che ci permette di studiare, attraverso le teorie cosmologiche, l'inizio del "tutto" - il Big Bang, in epoche in cui le energie coinvolte erano ben 12 ordini di grandezza superiori alle energie degli acceleratori odierni”.

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alune fotografie potrebbero essere prese dalla rete consideandole di dominio pubblico. I leggittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.