18
<<

‘Un’ora sola vi vorrei’ Enrico Brignano in scena a Pescara

Le due date ufficiali del suo nuovo tour Lunedì 26 e martedì 27. A L’Aquila, in occasione della Perdonanza Celestiniana, previsto un incontro con il pubblico

PESCARA - C’è grande attesa per le due date ufficiali abruzzesi del nuovo spettacolo di Enrico Brignano, “Un’ora sola vi vorrei”, il suo inedito e imperdibile one-man-show che sfida e rincorre il tempo. Il “Biglietto d’Oro” sarà al Teatro D’Annunzio di Pescara il 26 e 27 agosto. Lo spettacolo è organizzato da Alhena Entertainment.
Durante il suo tour estivo, in occasione dei festeggiamenti per l’evento della Perdonanza Celestiniana, Enrico Brignano sarà a L’Aquila per un incontro col pubblico il 25 agosto .In questa occasione l’artista trarrà spunto dal concetto del perdono, della solidarietà e soprattutto dalla bellezza di luoghi come L’Aquila, che come una fenice sta riemergendo coraggiosamente dal recente e difficile passato, per far sorridere delle virtù e delle italiche pecche, con il suo consueto tono scanzonato e irridente.
Brignano, per metà abruzzese, ha una ragione in più per essere felice di tornare nella sua regione d’origine, una motivazione nobile: da sempre sensibile alla solidarietà, come fece anni fa anche con L’Aquila, donerà il compenso di questa serata ad Amatrice, per ultimare la costruzione di una casa di aggregazione per la popolazione terremotata. Un gesto che acquista un valore doppio, se si pensa che, in fondo, a contribuire ad aiutare chi ha bisogno saranno proprio coloro che, qualche anno prima, hanno subìto la stessa sorte. C’è qualcosa di più bello di aiutare qualcuno attraverso il buonumore? Brignano lo fa così, concedendosi questa parentesi e abbracciando idealmente il suo pubblico, per poi proseguire regolarmente il suo tour, con lo spettacolo ufficiale, UN’ORA SOLA VI VORREI, in scena a Pescara il 26 e 27 agosto al Teatro D’Annunzio.
Dopo il grandissimo successo di “Innamorato Perso”, lo spettacolo teatrale prodotto da Max Produzioni e Vivo Concerti, con cui il “Biglietto D’Oro” ha fatto ridere ed emozionare il pubblico italiano nei palazzetti di ben 14 città lungo tutta la penisola, il grande artista torna sul palco con una nuova produzione. La tournée di “Un’ora sola vi vorrei” farà tappa in alcune tra le location più suggestive di tutta Italia, da Nord a Sud.
LO SPETTACOLO
“Ruit hora”, dicevano i latini. “Il tempo fugge”, facciamo eco noi oggi. Che poi, che c’avrà da fare il tempo, con tutta questa fretta? E come mai, se il tempo va così veloce, quando stiamo al semaforo non passa mai? “L’attesa del piacere è essa stessa piacere”, sosteneva Oscar Wilde. In effetti, Oscar ha ragione. Perché quando sei sotto al sole alla fermata dell’autobus, ti fanno male i piedi, non ci sono panchine, è ora di pranzo e non hai neanche un pacchetto di crackers… e tornare a casa sarebbe essa stessa un piacere… lì l’attesa del piacere… per piacere… si capisce che è un piacere, no? Mi sa che le teorie di Oscar Wilde vanno un po’ riviste… A spasso nel suo passato, tra ricordi e nuove proposte che rappresentano un ponte gettato sul futuro, Enrico passeggia sulla linea tratteggiata del nostro presente, saltella tra i minuti, prova a racchiudere il fiume di parole che ha in serbo per il suo pubblico e a concentrarle il più possibile, in un’ora e mezza di spettacolo. Sì, un’ora e mezza. Ma il titolo dice “un’ora sola”. Sì, ma la mezz’ora accademica non ce la mettiamo? E poi c’è il condizionale “vi vorrei”, che indica un desiderio non una realtà. O magari Brignano riuscirà magicamente, insieme al suo pubblico, a fermare anche il tempo? Ultimi biglietti disponibili per le date di Pescara su Ticketone.it (online e punti vendita) e Ciaotickets (solo punti vendita).
L’organizzatore declina ogni responsabilità in caso di acquisto di biglietti fuori dai circuiti di biglietteria autorizzati non presenti nei nostri comunicati ufficiali.

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alune fotografie potrebbero essere prese dalla rete consideandole di dominio pubblico. I leggittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.