<<

IL CT AQUILANO ANDREA DI GIANDOMENICO ELETTO MIGLIOR ALLENATORE AL MONDO

Nell'ambiente c'è più di qualcuno a cui piacerebbe vederlo alla guida della Nazionale maschile di rugby

L'AQUILA – Nel nuovo anno, il mondo della palla ovale abruzzese parte con il piede giusto mentre ci si sta preparando agli appuntamenti internazionali del Sei Nazioni 2020. Sempre più in fermento Italdonne che cerca conferme dopo il piazzamento al secondo posto nell'ultimo Sei Nazioni dietro la blasonata Inghilterra.
La Nazionale femminile di rugby è entrata nel Sei Nazioni nel 2007 e con grande fatica ha saputo, anno dopo anno, ottenere dei buoni risultati fino all'edizione del 2019 con tre vittorie un pareggio ed una sconfitta: un risultato davvero incredibile per l'Italia dal punto di vista rugbistico se paragonato alle nazioni europee con grande tradizione della palla ovale.
Il team azzurro capitanato da Manuela Furlan, che ora ha raccolto un prestigio a livello internazionale, è molto più temuto nel mondo della palla ovale; infatti, alcune giocatrici del gruppo azzurro hanno ricevuto richieste di ingaggio dall'estero, come Valentina Ruzza e Giada Franco, per far parte di squadre blasonate come Stade Francais e Harlequins.
Una crescita favorita dall'esperienza del commissario tecnico aquilano Andrea Di Giandomenico che, in questi anni, ha saputo preparare a dovere il team azzurro premiando il lavoro ed i sacrifici delle ragazze impegnate nel percorso di fioritura della Nazionale.
Non a caso, infatti, all'allenatore aquilano Di Giandomenico gli è stato conferito il riconoscimento di “Coach of the Year”, per la categoria Rugby a 15, dall'autorevole sito britannico di riferimento del mondo del rugby femminile Scrumqueens, che lo ha scelto come miglior CT dell'anno 2019.
Nell'ambiente c'è più di qualcuno a cui piacerebbe vederlo alla guida della Nazionale maschile di rugby, magari portando gli stessi risultati dell'Italdonne.
Massimo Bomba

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.