<<

RUGBY 6 NAZIONI: A CARDIFF, DEBUTTO AMARO PER L'ITALIA DI SMITH ED IL GALLES TRAVOLGE GLI AZZURRI

Azzurini U20 sbancano con un 17-7 travolgendo il Galles. Sorride il rugby rosa: la Nazionale femminile centra il risultato ed il 19-15 con il Galles le fa volare nella classifica World Rugby

CARDIFF (Galles) – Al Principality Stadium di Cardiff, termina con un netto 42-0 in favore del Galles, il primo match del Sei Nazioni dell’Italia di Smith. Sono 5 le mete portate a segno dai “Dragoni” in un match senza storia per gli Azzurri. Tripletta di Adams, a segno anche North e Tompkins. C'è poco da difendere: una nuova Italia con vecchi problemi che, con questa ennesima disfatta, segna il record in negativo di ventitré sconfitte consecutive nel Torneo. Dal 1974 mai con un punteggio di zero.
Partita segnata in partenza, i “Dragoni” avanti con il punteggio di 21 a 0 già al termine del 1° Tempo. Nella ripresa i ritmi blandi con l'Italia che non è mai stata capace di impensierire il Galles. Solo nel finale si alzato il ritmo con i gallesi che hanno voluto spingere ancora sull'acceleratore trovando la quarta meta e il punto di bonus offensivo.
“Ci sono state buone cose da parte nostra – ha dichiarato Franco Smith – ma è innegabile che abbiamo commesso degli errori. Dobbiamo sfruttare al meglio le occasioni a nostro favore. Nei punti di incontro abbiamo perso troppo spesso la palla, fattore che deve cambiare nelle prossime partite. Abbiamo giocato contro una delle migliori squadre in questa competizione, se non la più forte. Hanno meritato la vittoria. Adesso con l’analisi video della partita nella prossima settimana possiamo andare a correggere alcuni errori. E’ una dura lezione, ma ci sono anche cose positive”.
“Abbiamo creato spazio per le ali, mosso bene la palla senza concretizzare – continua il Ct azzurro. I ragazzi stanno assimilando gli schemi step by step. Il Galles con Pivac ha già giocato contro i Barbarians, questa per noi è la prima partita insieme”. “Nel rugby in Italia alla base c’è un gran lavoro. Ci sono tanti giocatori interessanti. Non è una scusante, ma oggi abbiamo giocato contro una squadra che è arrivata nella semifinale del Mondiale. Sono convinto – conclude Smith - che questo gruppo in futuro potrà dire la sua”.
A seguire prende la parola l'ala delle Zebre Mattia Bellini, il quale dichiara: E' una partita che ci è scivolata dalle mani ma, vogliamo rifarci. Oggi meritavamo qualcosina in più, è vero abbiamo commesso i soliti errori che ci sono costati caro. Con CT Franco Smith stiamo lavorando veramente duramente. Adesso – conclude Bellini - dobbiamo assumerci le nostre responsabilità, guardarci in faccia ed alzare l'asticella”.
A far sorridere gli appassionati della palla ovale ci pensano gli Azzurrini U20 che, al Colwyn Bay Stadium Zip Worl, vincono 17 a 7 con il Galles.
Pressione costante, ritmo elevato, niente spazi: questa è la ricetta del Ct Fabio Roselli che ha portato a cuocere a dovere i gallesi che non sono riusciti ad imbastire una azione degna di nota.
Risultato positivo anche per il rugby rosa: il 19-15 centrato dalle ragazze del Ct abruzzese Di Giandomenico, all’Arms Park di Cardiff contro il Galles, ha lanciato l’Italdonne al punto più alto mai toccato dall'istituzione del ranking mondiale femminile. In un colpo solo, l'Italia femminile sale al quinto posto, si lascia alle spalle l'Australia e Stati Uniti avvicinandosi alla Francia con la quale andrà a cena sabato 8 febbraio, alle 21.00, a Limoges, nel secondo turno del Sei Nazioni.
Massimo Bomba

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.