<<

CRECCHIO. REATI AMBIENTALI, SEQUESTRATO UN SITO E 14 AUTOVEICOLI FUORI USO PER VIOLAZIONI

L’illecito scoperto dal Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Pescara

CRECCHIO - I militari del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Pescara, a seguito di missioni di volo e mirata attività di polizia giudiziaria inerenti la tutela del patrimonio ambientale e controllo del territorio, hanno eseguito un intervento nel Comune di Crecchio (CH), ove è stata individuata un’area su cui vi erano numerosi autoveicoli fuori uso e abbandonati sul terreno vegetale.
L’attività investigativa ha permesso di accertare l’illecita gestione dell’area interessata nonché l’effettiva presenza di autovetture in chiaro stato di degrado, tale da renderle inidonee alla circolazione, il tutto in palese violazione alla normativa ambientale.
Al termine del controllo, è stata posta la misura cautelare del sequestro preventivo ex art. 321 c.p.p. applicata ad una porzione di proprietà avente una estensione di circa 470 mq, nonché di rifiuti speciali pericolosi e non ivi contenuti, costituiti principalmente da veicoli abbandonati e parti di essi non sottoposti alle operazioni di bonifica.
Il responsabile è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria competente per aver violato la normativa ambientale vigente, D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., cosiddetto “Testo Unico Ambientale”.
L’attività svolta è solo l’ultima, in ordine di tempo, di una mirata azione condotta, su tutto il territorio abruzzese, dai militari del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza per contrastare il fenomeno dei reati ambientali e i traffici illeciti di rifiuti ai fini della tutela del demanio e del patrimonio dello Stato.

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.