<<

IN COMMISSIONE SICUREZZA LA NOMINA NUOVI SOTTUFFICIALI POLIZIA MUNICIPALE

Approvato la delibera sulle modifiche all’articolo 54 del Regolamento della Polizia municipale.

PESCARA - “Via libera alle procedure di selezione interna al Corpo di Polizia municipale per individuare i nuovi Sottufficiali Addetti al Coordinamento, con i gradi di Maresciallo Maggiore Aiutante. Si tratta di un provvedimento necessario e urgente, già approvato in Commissione Sicurezza, pronto per approdare in Consiglio comunale, per garantire la disponibilità del personale sufficiente e necessario alla copertura di tutti i turni di servizio, compreso quello serale-notturno strategico e fondamentale nel periodo estivo, nell’attesa dell’arrivo dei 30 vigili stagionali e che si definisca la vicenda delle nuove assunzioni in seguito al concorso espletato un anno fa”. Lo ha annunciato il Presidente della Commissione Sicurezza Armando Foschi ufficializzando l’esito della Commissione che ha approvato la delibera sulle modifiche all’articolo 54 del Regolamento della Polizia municipale.
“Oggi all’interno del Corpo della Polizia municipale di registra una proporzione critica, ovvero crescono le mansioni attribuite agli agenti, si riducono le unità in servizio – ha sottolineato il Presidente Foschi -: attualmente sono in servizio 131 unità operative, a fronte di un organico che, secondo gli algoritmi di 1 addetto ogni 700 abitanti, dovrebbe contare sulla presenza di almeno 173 unità, ovvero 42 uomini e donne in più, per i 121mila abitanti. Purtroppo tale deficit, come si legge anche nella relazione alla delibera del Comandante Danilo Palestini, rientra in una triste media nazionale, ma questo non rende meno spinosa la problematica, dove non funziona il mal comune mezzo gaudio. In Italia i Vigili urbani in servizio dovrebbero essere almeno 70mila, in realtà ne sono solo 55mila con una media d’età anagrafica alta che rende difficile tamponare le falle aperte dai pensionamenti. Non basta: ai 131 addetti di Polizia municipale a Pescara vanno sottratte 8 unità che sono assegnate agli Uffici della Procura della Repubblica e 11 unità assegnate temporaneamente a diversi settori del Comune di Pescara e della Regione Abruzzo in attesa di ricollocazione nell’Organico di settore. Circa 40 agenti in servizio hanno un’età superiore ai 50 anni e 9 hanno più di sessant’anni, quindi il 35 per cento del personale, e anche questo dato incide sull’organizzazione operativa del Corpo, disegnando un contesto che pregiudica significativamente la funzionalità effettiva della Polizia municipale. Dall’altro lato c’è una domanda di sicurezza crescente che ha opportunamente indotto la nostra amministrazione comunale a fissare precise linee programmatiche che si riassumono con la lotta al degrado in ogni sua manifestazione e nell’attivazione di un servizio ventiquattro ore su ventiquattro della Polizia municipale. Senza dimenticare che in un contesto urbano come quello pescarese, caratterizzato da una forte vocazione turistico-commerciale, d’intrattenimento e divertimento, è necessaria la predisposizione del servizio di controllo del territorio nelle ore serali e notturne, mansioni cui si aggiunge il servizio tradizionale della rilevazione degli incidenti stradali, che, al pari, necessita oggi di un ripensamento della programmazione oraria per garantire massima collaborazione alle altre Forze dell’Ordine impegnate sulla sicurezza a tutto tondo. La fotografia di tale situazione pone la necessità di intervenire nell’immediato, peraltro a stagione estiva già partita, con la rimodulazione dei quadri organici della Polizia municipale per garantire una equilibrata organizzazione delle risorse. In particolare oggi mancano le figure dei Sottufficiali con funzioni di Coordinamento, passati in dieci anni da 24 unità ad appena 2 unità: nell’attuale dotazione organica, infatti, ci sono 9 Funzionari-Istruttori Direttivi di Vigilanza categoria D e 122 Istruttori di Vigilanza Categoria C, ovvero gli agenti, inquadrati come Agente semplice, scelto, Assistente, o Assistente scelto, sulla base degli anni di servizio. Dei 122 Istruttori di Vigilanza, ci sono solo due Sottufficiali-Addetti al Coordinamento con il grado di Maresciallo Maggiore Aiutante, figura indispensabile per poter garantire la copertura dei turni notturni e di Pronto intervento. Teniamo conto, appunto, che al primo giugno 2010 il Corpo della Polizia municipale di Pescara – ha aggiunto il Presidente Foschi – contava ben 24 Marescialli su 122 Istruttori di vigilanza. Con la modifica al Regolamento che lunedì 29 giugno approderà in Consiglio comunale, daremo il via libera alla selezione interna utile per individuare le nuove figure apicali che verranno individuate tra coloro che hanno almeno venti anni di servizio ininterrotti, un contratto a tempo pieno, idoneità fisica-funzionale e psico-attitudinale alla funzione nei turni organizzati sulle ventiquattro ore, dunque anche al turno notturno, e idoneità al porto d’armi”.

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.