<<

FLAIANO FILM FESTIVAL, ECCO IL PROGRAMMA DI MERCOLEDI'

Si parte alle 18.30 con 'Padre Nostro' di Claudio Noce, in programma il terzo cortometraggio vincitore del concorso Scrittura e Immagine 2020

PESCARA - Prosegue la programmazione del Flaiano Film Festival, con grande successo di pubblico già nei primi giorni. mercoledì 30 giugno si parte alle 18.30 con "PADRE NOSTRO" di Claudio Noce per la rassegna FINALMENTE IN SALA, alle 20.45 è la volta di "Sul più bello" di Alice Filippi per il CONCORSO OPERA PRIMA E SECONDA. Segue il terzo cortometraggio vincitore del concorso "Scrittura e Immagine 2020". Alle 22.45 per la rassegna OMAGGIO A MARIO MONICELLI "un film cult "Speriamo che sia femmina" di Mario Monicelli.

Mercoledì 30 giugno
PADRENOSTRO – ORE 18.30
(2020) regia di Claudio Noce, 120’, Italia
Roma, 1976. Valerio Le Rose è un bambino quando suo padre Alfonso, noto magistrato, subisce un attacco terroristico sotto casa. I genitori pensano che Valerio dorma, invece lui si sveglia e dal balcone assiste a parte della scena, anche se non ne parla con nessuno. Da quel momento la sua infanzia si consuma nella paura e in un costante stato di allerta, mentre i genitori cercano di celare a lui e alla sua sorellina Alice la pericolosità della loro esistenza sotto scorta. E l'antica abitudine di Valerio di inventarsi amici immaginari trova una materializzazione in Christian, un ragazzo di poco più grande ma apparentemente molto meno spaventato dalla vita.

Sul più bello – ORE 20.45
(2020) regia di Alice Filippi, 87’, Italia
Marta è bruttina e sa di esserlo. Per di più soffre di una rara malattia che non le permetterà di invecchiare, e che può essere scatenata da mille fattori esterni. Ma non si lascia avvilire e affronta la vita scegliendo di vedere sempre il bicchiere mezzo pieno, aiutata dai suoi migliori amici Federica e Jacopo, con cui vive in una sorta di simbiosi. Il suo lavoro è leggere gli annunci delle offerte al microfono di un supermercato in modo così accattivante che i clienti, senza nemmeno vederla, la riempiono di richieste di appuntamenti: perché Marta, per sua stessa ammissione, esprime meglio il proprio sex appeal dietro un microfono, o dietro una tastiera. Fino a quando l'incontro con Arturo Selva, l'uomo più bello (e ricco) di Torino, non la costringe a confrontarsi con la realtà.

This side, other side
(2019) regia di Lida Fazli, 9’, Iran
Nessuna barriera può ostacolare la nascita di amicizia e affetto tra bambini.

Speriamo che sia femmina – ORE 22.45
(1986) regia di Mario Monicelli, 120’, Italia, Francia
In un casale della campagna toscana vive in armonia un gruppo di donne, In questo gineceo l'unica figura maschile è il vecchio zio Gugo, rimbambito e fastidioso per i suoi colpi di testa. In questo ambiente irrompe il conte Leonardo, marito della padrona, sebbene i due vivano separati di comune accordo. Il motivo della visita è economico: il conte vorrebbe ristrutturare un complesso termale in disuso, di proprietà della famiglia, per trasformarlo in uno stabilimento moderno, ma mancandogli i denari per realizzare l'affare, è venuto a battere cassa. Le sue speranze vengono deluse: la moglie chiede un parere sull'affare al suo esperto fattore Nardoni, che fra l'altro è il suo amante, il quale la sconsiglia di impegnarsi in un'impresa sconsiderata.

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.