<<

LUGLIO È IL MESE DEL CAMPUS SPORTIVO ESTIVO PARALIMPICO A ROCCARASO E A RIVISONDOLI

Saranno due le fasi di svolgimento: dal 15 al 18 luglio e dal 22 al 25 con la presenza dei testimonial Antonio Cippo, Pietro Trozzi e Pierpaolo Addesi

ROCCARASO - A due anni di distanza torna tra Roccaraso e Rivisondoli il Campus Sportivo Estivo Paralimpico, un’iniziativa che per la prima volta viene portata avanti dal CIP Abruzzo per dare una nuova occasione ai bambini e ai ragazzi/adulti di avvicinarsi allo sport paralimpico con tanti benefici a livello fisico, mentale e sociale.
Saranno due le fasi di svolgimento: dal 15 al 18 luglio e dal 22 al 25 dello stesso mese alla presenza dei testimonial Antonio Cippo (esponente di spicco del tennis in carrozzina azzurro), Pietro Trozzi (handbiker) e Pierpaolo Addesi, azzurro alle Paralimpiadi di Tokyo con la nazionale italiana di paraciclismo che avrà modo di far visita al Campus in occasione del ritiro già programmato nella vicina Rovere.
Con la supervisione di una quindicina di istruttori federali, psicologi, nutrizionisti ed atieti paralimpici, le attività saranno molteplici e praticate in spazi adeguati con tutte le accortezze anti Covid-19: spazio a nuoto, atletica, calcio, pallavolo, tennis e pallacanestro per un totale di 15 bambini e altrettanti ragazzi/adulti con disabilta fisica, intellettiva, relazionale e sensoriale.
“Lo sport vuole essere un elemento di inclusione – spiega Mauro Sciulli, presidente regionale CIP Abruzzo - non solo per la salute ma è anche un ottimo alleato per socializzare e condividere passioni comuni. La scelta è quella di dare la possibilità a tutti di vivere lo sport come ognuno desidera, insieme ai normodotati, con gli obiettivi di crescere e divertirsi, oltre a praticare un‘attivita particolarmente benefica con alta motivazione e divertimento”.

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.