<<

ALTRE CONFERME IN CASA TOMBESI: MICHELE IERVOLINO E DAVIDE BERARDI

Il centrale e il portiere saranno ancora protagonisti in maglia gialloverde. Con loro, sono per il momento sei i giocatori a disposizione di mister Di Vittorio per la prossima stagione, in attesa degli annunci dei nuovi arrivi.

ORTONA – Dopo Dario Dell’Oso, Antonio Masi, Paolo Romagnoli e Andrei Bordignon, la Tombesi conclude il giro delle conferme per la prossima stagione con i nomi di Michele Iervolino e Davide Berardi.
Giunto dalle giovanili dell’Acquaesapone per rinforzare l’Under 19 della Tombesi, Iervolino ha cominciato a collezionare presenze in prima squadra, nel campionato di A2, sin dalla sua prima stagione a Ortona, la 2019/2020. Nello scorso campionato, infortuni e squalifiche lo hanno portato ad essere assoluto protagonista nel girone di ritorno, in cui, non a caso, il suo rendimento è cresciuto in maniera netta. Messo da parte il problema temperamentale e le troppe espulsioni degli inizi, Michele è spesso partito in quintetto, ritrovando inoltre il suo originale ruolo di difensore centrale, peraltro con ottimo profitto. Nel settore giovanile, si era invece consolidato come efficace e prolifico pivot. Mister Di Vittorio si affiderà anche alla sua duttilità in vista della prossima stagione.
Davide Berardi giunse invece nella stagione 2018/2019, proveniente dalle fila del Pescara. Complici gli infortuni che hanno colpito i suoi compagni di reparto nel corso degli anni, è stato spesso lui il titolare della porta gialloverde, ed è stato lui a concludere la scorsa stagione dopo l’espulsione, nel playoff contro il Cus Molise, di Dario Dell’Oso. Per la sua quarta stagione a Ortona, Davide punta a continuare il suo percorso di crescita e a confermarsi come pedina sempre pronta a essere utilizzata da mister Di Vittorio.

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.