<<

MASTRO PANETTONE: SELEZIONATI I CINQUANTA FINALISTI DEL CONCORSO

I lievitati natalizi più buoni dell’anno si decideranno il 15 novembre nella finale. 20 panettoni tradizionali, 20 al cioccolato creativo e 10 pandori da tutta Italia per il titolo

PESCARA - La quinta edizione di “Mastro Panettone”, il concorso organizzato da Goloasi.it che premia i lievitati artigianali natalizi più buoni d’Italia, si avvia verso la fase finale. Conclusa la prima parte di degustazioni a cura della commissione tecnica, sono stati definiti e ufficializzati i lievitati finalisti: 20 per la categoria “Miglior panettone artigianale tradizionale”, 20 per quella “Miglior panettone artigianale al cioccolato creativo” e 10 per la categoria “Miglior pandoro artigianale”.
I finalisti sono stati decretati a seguito degli assaggi di 200 panettoni tradizionali, 150 al cioccolato e 50 pandori, e valutati sulla base di alcune caratteristiche fondamentali: rispetto del disciplinare di legge, creatività (per il panettone al cioccolato), peso, aspetto visivo dei lievitati interi e tagliati, gusto, sofficità e profumo. Si attende ora la degustazione finale che si svolgerà lunedì 15 novembre presso l’Hotel Excelsior di Bari e in diretta streaming dalle ore 10:30, quando al termine degli assaggi da parte dei giudici saranno finalmente annunciati i vincitori della quinta edizione di “Mastro Panettone”.
A scegliere i lievitati più buoni, quelli che si aggiudicheranno i titoli di “Miglior panettone artigianale tradizionale”, “Miglior panettone artigianale al cioccolato creativo” e “Miglior pandoro artigianale” sarà sempre la giuria tecnica composta da professionisti del settore: Beniamino Bazzoli, Francesco Borioli, Sebastiano Caridi, Antonio Daloiso, Vincenzo Faiella, Eustachio Sapone, Salvatore Tortora e Valerio Vullo. Mentre nel corso della finale i lievitati saranno anche assaggiati da una giuria popolare di qualità che decreterà i propri vincitori. Nella stessa occasione, infine, sarà anche assegnato il premio al “Miglior Packaging”, per la prima volta decretato da una giuria composta da grafici e food blogger e non da una votazione online aperta al pubblico.
“Mastro Panettone” si pone come obiettivo primario quello di far crescere la categoria, migliorando sempre di più la produzione artigianale dei lievitati. “Questa prima fase è stata molto impegnativa visto il numero elevato dei lievitati e siamo complessivamente soddisfatti del livello. – ha commentato Massimiliano Dell’Aera, fondatore di Goloasi.it e ideatore del concorso – Ma soprattutto sono felice che si stia compiendo la missione del concorso, che si pone come obiettivo la crescita della categoria, non solo per chi vince e ne guadagna in termini di visibilità, ma anche per chi non vince e ha modo di crescere tecnicamente grazie alle valutazioni della commissione. Allo stesso tempo, inoltre, anche i giudici possono arricchirsi grazie ai tanti assaggi e al confronto con i colleghi. Rivolgo un grande in bocca al lupo a tutti i finalisti, consigliando loro di continuare a fare esattamente quello che sanno ben fare nei loro laboratori anche per il lievitato che presenteranno in finale”.
Il contest “Mastro Panettone” ammette solo lievitati che rispettano il disciplinare di legge (Decreto 22 luglio 2005 Disciplina della produzione e della vendita di taluni prodotti dolciari da forno. GU n. 177 del 1-8-2005) e prodotti con il solo utilizzo di lievito madre e canditi senza anidride solforosa, che non contengano conservanti, emulsionanti, mono e digliceridi, oltre a coloranti o aromi artificiali. Il concorso vanta la partnership di numerosi sponsor leader internazionali, fra i quali Agrimontana, Artecarta Italia, Il Granaio delle Idee, Vaniglia Gourmet, Dimarno Group e Eurovo

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.