<<

TORNA IL FLA FESTIVAL DI LIBRI E ALTRECOSE

La diciannovesima edizione dal 18 al 21 di novembre. Tra gli ospiti in cartellone Luigi Di Maio, Remo Rapino, Pigi Battista, Federico Zampaglione, Fumettibrutti, Liana Orfei, Andrea Scanzi, gli Extraliscio, Alessandro Haber, Sabina Guzzanti.

PESCARA - Il FLA – Festival di Libri e Altrecose di Pescara torna con la sua diciannovesima edizione, finalmente di nuovo in presenza, dal 18 al 21 novembre: tantissimi luoghi della città, teatri e musei ma anche circoli e l'ex mattatoio, ospiteranno concerti e reading, incontri con autori e spettacoli per bambini, tavole rotonde e mostre.
La XIX edizione del FLA è stata presentata al Bagno Borbonico del Museo delle Genti d’Abruzzo da Vincenzo d’Aquino, direttore del festival, Mariarita Paoni Saccone, assessore alla Cultura del Comune di Pescara, Alfredo Cremonese, assessore al Turismo e ai Grandi Eventi, Giovanni Di Iacovo, fondatore del FLA, Luigi Di Alberti, vicepresidente della Fondazione Genti d’Abruzzo, Carlo Di Michele, preside dell’Isituto Tecnico Tito Acerbo, e Nicola Fabrizio, amministratore delegato di Metamer Srl, main sponsor di questa edizione del festival.
Sono oltre 180 gli appuntamenti in cartellone, quasi tutti a ingresso gratuito, realizzati grazie al prezioso sostegno del main sponsor Metamer, e grazie al contributo del Comune di Pescara. Importante anche il supporto degli altri motori dell’organizzazione (Casal Thaulero, Barbuscia, Mediolanum, Marifarma FM, Fondazione Aria). Superano gli 80 gli autori abruzzesi selezionati per presentare al pubblico le loro opere nell’ambito della sezione “Abruzzo L.O.C.” (Letteratura di Origine Controllata), in rappresentanza di circa 50 case editrici.
Nell’anno dell’anniversario dantesco, che il festival celebrerà con la mostra “Vita Nova” al Circolo Aternino e con la presentazione del libro di Luca Sommi “Il cammin di nostra vita” (venerdì 19 novembre all’Auditorium Petruzzi), ma anche nei giorni della Conferenza Mondiale sul Clima di Glasgow, il FLA affronterà i temi dell’ambiente e della sostenibilità, anche grazie agli appuntamenti pensati insieme al nuovo main sponsor del festival, Metamer, azienda da tempo impegnata nella commercializzazione esclusivamente di energia “verde” prodotta da fonti rinnovabili. Franco Arminio, il poeta che Roberto Saviano ha definito “uno dei poeti più importanti di questo paese”, riceverà, in occasione del reading che presenterà al FLA, il Premio Metamer che a partire da quest’anno sarà attribuito in ogni edizione del festival ad un autore che attraverso la sua opera abbia espresso e dedicato attenzione ai temi della sostenibilità, dell’innovazione e della valorizzazione del territorio.

Il calendario
Il festival sarà inaugurato dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio, giovedì 18 novembre alle ore 18:30 al Teatro Circus, che presenterà il suo libro Un amore chiamato politica. Intervistato dal direttore del festival Vincenzo d’Aquino, il già vicepresidente del Consiglio e della Camera - il più giovane d'Italia - uno dei principali protagonisti della scena politica del nostro Paese, racconterà i suoi valori di riferimento, le sue vittorie e le sue sconfitte più eclatanti, gli errori che non ripeterebbe. Due gli appuntamenti teatrali in programma nella prima giornata del festival, entrambi in anteprima nazionale: La Pasqua Bassa, tratto dal romanzo dello scrittore e giornalista Antonio Del Giudice (alle 21:00 all’Auditorium Flaiano, l’appuntamento è realizzato in collaborazione con l’Ente Manifestazioni Pescaresi) e Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio (in doppia replica, alle 19:00 e alle 21:30, allo Spazio Matta), tratto dal libro del Premio Campiello 2020 Remo Rapino, che per l’occasione sarà anche lui sul palco in veste di attore. Giovedì 18 sono attesi anche, tra gli altri, Michela Marzano, Guido Vitiello, Eliana Liotta, Elisabetta Villaggio e Vera Gheno.
Venerdì 19 novembre saranno al festival due grandi giornalisti: l’ex direttore del Sole 24 Ore Roberto Napoletano (ore 16:00, Auditorium Petruzzi), che ha raccolto l’unica intervista rilasciata a un giornale italiano da Mario Draghi in otto anni di presidenza della BCE, presenterà il suo Mario Draghi. Il ritorno del Cavaliere bianco; Pigi Battista, già vicedirettore del Corriere della Sera, (ore 21:00, Auditorium Petruzzi), ci parlerà invece di La casa di Roma, il suo primo romanzo, l’avventura di una famiglia che attraversa la storia italiana, e con essa si confronta. Il programma della giornata, in cui spiccano tra gli altri i nomi di Mariano Sabatini, Renato Minore, Luca Sommi ed Eleonora Molisani, si concluderà in compagnia di Federico Zampaglione, anima dei Tiromancino: il cantautore racconterà la sua vita e le sue canzoni in una serata speciale tra parole e musica, classico format del FLA, intervistato dai giornalisti Michele Monina e Paola De Simone.
Ricchissimo, e per tutti i gusti, il cartellone di sabato 20 novembre, che comincia fin dal mattino. Saranno al FLA Ludovica Olgiati (ore 16:30, Auditorium Cerulli), una delle creator più seguite in Italia, con il suo primo romanzo, Anche oggi mi innamoro domani, una storia divertente sull’amicizia, gli amori non corrisposti e altri disastri; Fumettibrutti e Joe1 (ore 17:00, Spazio Matta) con la loro Cenerentola, una controfiaba, festosa e irriverente, che combatte e abbatte stereotipi e ghettizzazioni; Liana Orfei (ore 17:30, Teatro Circus), l’unica persona al mondo che, da figlia del circo, ha ottenuto successo anche nel cinema e nel teatro recitando, tra gli altri, al fianco di Orson Welles, Marcello Mastroianni, Vittorio Gassman e Totò, che presenterà il suo Romanzo di vita vera intervistata dall’ideatore di Funambolika Raffaele De Ritis; il magistrato Nicola Gratteri (ore 19:00, Spazio Matta) con Non chiamateli eroi, una raccolta di storie e personaggi, a 30 anni dalla morte di Falcone e Borsellino, per raccontare ai ragazzi il loro coraggio e per continuare a lottare contro le mafie nel loro nome. E poi, ancora, Alessia Denaro (ore 17:30, Auditorium Petruzzi) con Il castello della felicità, il suo romanzo d’esordio; Sara Lucaroni (ore 17:30, Bagno Borbonico), con Il buio sotto la divisa. In cui racconta di come la vita dei servitori dello Stato si intreccia con i grandi fatti di cronaca del paese; Simona Vinci (ore 19:00 Auditorium Petruzzi), Premio Campiello 2016, che con il suo nuovo L’altra casa si inserisce nella grande tradizione delle storie gotiche; gli Extraliscio (ore 19:00, Auditorium Cerulli) che dopo album e filmini si raccontano in un libro, Extraliscio. Una storia punk ai confini della balera, tre racconti di fantasia che fanno una storia vera; Pierangelo Buttafuoco (ore 19:30, Sala Favetta) con Sono cose che passano un romanzo seducente e infuocato, un divorzio all’italiana che l’autore trasforma in un moderno Faust al femminile.
In serata Limoni, il reading di e con Annalisa Camilli (ore 21:30, Auditorium Petruzzi, ingresso euro 3 + diritti di prevendita) tratto dal suo podcast sui fatti di Genova, realizzato per Internazionale, e poi E ti vengo a cercare (ore 21:00, Teatro Circus), una serata speciale scritta e pensata da Andrea Scanzi per il FLA di Pescara, dunque a tutti gli effetti una prima nazionale, in cui il giornalista ripercorre la carriera di Franco Battiato, un rivoluzionario in servizio permanente della musica italiana, accompagnato dalle esecuzioni e interpretazioni musicali di Gianluca Di Febo.
L’ultima giornata del festival, domenica 21 novembre: si comincia con il direttore del Post Luca Sofri (ore 12:00, Auditorium Petruzzi) che presenta il nuovo numero di Cose, spiegate bene, la rivista cartacea del suo giornale online, nato nel 2010, che ha cambiato un pezzo dell’informazione italiana, e si finisce alle 21:00 con Sabina Guzzanti (Teatro Circus) che presenta 2119. La disfatta dei Sapiens il suo romanzo d’esordio ironico, visionario, profetico ed entusiasmante, e Lettera a chi non c’era, il reading del poeta del silenzio Franco Arminio (Auditorium Petruzzi).
E poi: Carlotta Sami (ore 16:00, Spazio Matta), portavoce di UNHCR in Italia, con Rifugiati. Verità e falsi miti (HarperCollins, 2021); Simone Tempia che torna con un nuovo libro della serie di Vita con Lloyd (ore 16:00 - Auditorium Petruzzi); Alessandro Zan (ore 17:00, Teatro Circus), uno dei politici più noti di questa legislatura, relatore del disegno di legge che porta il suo nome e che sta agitando come poche volte nella storia repubblicana recente, un dibattito e una partecipazione forte sia dentro che fuori il Parlamento; Andrea Colamedici e Maura Gancitano (ore 17:30, Auditorium Petruzzi) con L’alba dei nuovi dèi, in cui interrogano i pensatori dell’età classica, ma non solo, sui temi del dibattito contemporaneo. In cartellone anche Mauro Covacich, Paolo Berizzi, Alessandro Haber, Fabio Bacà, Antonio Pascale, Marco Armiero, Giulia Blasi e il concerto di Angelo Valori e Medit Orchestra Feat. Ada Montellanico (ore 19:00 Teatro Circus).
Le collaborazioni
Anche quest’anno il FLA conferma la sua attitudine a creare e sviluppare collaborazioni e sinergie. La Fondazione Aria celebrerà il suo decennale con la presentazione di “Crossroads” (domenica 21 novembre alle ore 18:00 allo Spazio Matta), il libro che condensa la storia dei suoi primi dieci anni di vita, documentando il passaggio dei duecentoventi artisti che ha ospitato in Abruzzo.
Il Post si conferma media partner del festival, e presenterà domenica 21 novembre alle ore 12:00 all’Auditorium Petruzzi il nuovo numero di Cose, spiegate bene, la rivista cartacea del giornale online, nato nel 2010, che ha cambiato un pezzo dell’informazione italiana.
Nasce una preziosa alleanza con l’Istituto Tecnico Tito Acerbo che diventa partner culturale del FLA 2021: l’aula magna ospiterà uno degli eventi in cartellone e da gennaio prenderà il via l’innovativo progetto di lettura nelle scuole “Reading Revolution”, incentrato sui temi dell’innovazione tecnologica, dell’ambiente e dell’economia.
A cura della Scuola Internazionale di Comics, anche quest’anno, la sezione dedicata al fumetto, che ospiterà Giulio Gualtieri (venerdì 19 alle 16:30 al Circolo Aternino), Fumettibrutti e Joe1 (sabato 20 alle 17:00 allo Spazio Matta), Sergio Algozzino (domenica 21 alle 16:30 sempre al Circolo Aternino).
Il FLA e le scuole
Nonostante le difficoltà e le restrizioni imposte del Covid, il FLA è rimasto vicino alle scuole e ha lavorato per costruire progetti e appuntamenti capaci di coinvolgere centinaia di ragazze e di ragazzi. Sarà esclusivamente per gli studenti la messa in scena dello spettacolo “Non ditelo alle stelle”, una produzione del TSA in collaborazione con New Sounds & Beyond e Officine Solidali Teatro & Arte (giovedì 18 novembre all’Auditorium Cerulli). Sarà direttamente il FLA ad entrare a scuola, invece, venerdì 19 novembre, con la presentazione spettacolo del libro La luna quadrata di Emanuele Zulli presso l’Istituto Comprensivo 7.
Per accedere a tutti gli eventi è necessario esibire il proprio Green Pass in corso di validità e mantenere sempre indossata la mascherina. Il programma completo del FLA 2021 è consultabile sul è consultabile sul sito http://www.pescarafestival.it/

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.