<<

TECH SHARE DAY 2021: LA RICERCA PRESENTA LE MIGLIORI APPLICAZIONI DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE

L’evento, dedicato a imprese e investitori, è supportato da Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Commissione Europea. Appuntamento online dal 24 al 26 novembre

L’AQUILA - Dal 24 al 26 novembre, imprese e investitori potranno connettersi alla nuova edizione del Tech Share Day, la “tre giorni” dedicata alla presentazione delle applicazioni derivanti dalla ricerca pubblica e universitaria nei settori dell’Internet of Things e dell’Intelligenza Artificiale.
Un’occasione strategica, attraverso 7 webinar online, per creare sinergie tra mondo accademico e mondo industriale, valorizzando i migliori brevetti provenienti dalla ricerca pubblica.
Il Tech Share Day IoT&IA, si presenta con un format consolidato e una cabina di regia ancor più prestigiosa. Quest’anno, insieme agli organizzatori storici – il Network di valorizzazione della Ricerca (NEtval), l’Ufficio Marchio e Brevetti del Ministero dello Sviluppo Economico (UIBM) e la collaborazione del Politecnico di Torino (PoliTo) - ha assunto un ruolo centrale anche la rete JoTTO, Joint Technology Transfer Office in Italia, composta da Scuola IMT Alti Studi Lucca, Scuola Normale Superiore di Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati – SISSA, Gran Sasso Science Institute L’Aquila.
Insieme a due webinar istituzionali di apertura e chiusura, che tracceranno le prospettive sul tema del trasferimento tecnologico della ricerca pubblica e dei progressi brevettuali in ambito IoT&IA, durante l’evento sarà possibile scoprire tutte le concrete opportunità progettuali che la rivoluzione dell'Internet of Things e dell’Intelligenza artificiale hanno portato in diversi settori sociali ed economici. Il primo giorno si partirà raccontando l’impatto dell’utilizzo di Intelligenza Artificiale & Robotica per la salute umana e del achine learning in ambito biomedico; il secondo giorno spazio all’AI & Big Data nel Fintech, all’utilizzo degli open data per città e PA sempre più smart, agli approfondimenti sulle applicazioni IA & IoT in ambito industriale. Il terzo giorno focus su trasporto intelligente, smart mobility e veicoli autonomi.
Tutte le numerose tecnologie collegate ai temi di discussione saranno poi visitabili, con la possibilità di approfondire e contattare gli inventori, sulla piattaforma Knowledge Share, la vetrina italiana di riferimento sulle tecnologie brevettate dalla Ricerca pubblica, come Università, Centri di Ricerca, Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS).
A certificare l’interesse del mondo istituzionale, scientifico e imprenditoriale, viene in supporto la lista di soggetti di primo piano coinvolti nell’evento. Il supporto istituzionale del Ministero dello Sviluppo Economico e della Commissione Europea; il supporto dello European Patent Office (EPO), la partnership internazionale - dagli Usa, l’Oriente e l’Unione Europea - con ASTP, Miami Scientific Community, Japan - Eu desk e Wirego (società tedesca di sviluppo economico e TT); il patrocinio di importanti realtà nazionali come l’Agenzia Enea, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), InnovUp - l'associazione che rappresenta l'ecosistema italiano dell'innovazione, PNI cube – l’associazione che riunisce gli incubatori italiani, 4T, il Think Thank di riferimento del Technology Transfer in Italia.
Sono già 500 le iscrizioni, ad una settimana dall’evento, e gli organizzatori si aspettano di raggiungere la soglia di 1.000 partecipanti, considerando il crescente interesse di imprese e mondo finanziario verso la ricerca e le nuove tecnologie.
Per partecipare ai webinar collegarsi al link: https://events.knowledge-share.eu/tech-share-day-2021-iot-intelligenza-artificiale/#webinarlist

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.