<<

NUOVA STACCIONATA PER IL PERCORSO ATTREZZATO SUL SALVIANO

Verdecchia: operazione restyling per mettere il tracciato in sicurezza

AVEZZANO - Work in progress sul monte Salviano, dove al cantiere dell’aula verde didattica -che sarà dedicato a fra Domenico Palombi- si è aggiunto quello del percorso attrezzato che collega la curva delle castagne con l’area del valico: sono partiti, infatti, i lavori per la sostituzione della staccionata deteriorata e usurata dal tempo. Acquistato il materiale il Comune ha affidato il compito di realizzare l’intervento a un’impresa locale: i lavori sono in corso d’opera. “L’obiettivo dell’amministrazione, in linea con il programma di mandato del sindaco, Gianni Di Pangrazio”, afferma l’assessore all’ambiente e alla riserva, Roberto Verdecchia, “è quello di riportare l’area protetta, che custodisce il santuario della Madonna di Pietraquaria, luogo del cuore degli avezzanesi, agli antichi splendori”.
In quest’ottica l’amministrazione ha messo in agenda una serie di interventi per migliorare l’appeal e la fruibilità della riserva del monte Salviano: un nuovo percorso vita di 17 stazioni, sempre nell’area del valico, per consentire agli amanti dello sport di praticare attività all’aria aperta descritto in italiano, inglese e tedesco; il prolungamento del percorso attrezzato che attualmente collega la Curva delle castagne con il valico verso il versante di Capistrello, sempre nel territorio di Avezzano, in fase di progettazione; l’illuminazione bassa di un tratto del percorso esistente dal valico a scendere verso Avezzano con i lavori in via di affidamento; il progetto di riqualificazione dell’ex casetta Anas con l’obiettivo di fare un punto ristoro e informazioni per l’area protetta.

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.