<<

SOMMELIER: A FRANCAVILLA PRESENTAZIONE GUIDA ''VITAE'' PREMIAZIONI E DEGUSTAZIONE DI 64 VINI

Lunedì, 6 dicembre, dalle ore 16 con degustazione dei vini delle ben 64 aziende presenti nella pubblicazione

FRANCAVILLA AL MARE – Torna in presenza il Gran Gala dell’Associazione italiana sommelier (Ais) Abruzzo, che lunedì prossimo, 6 dicembre, a Francavilla al Mare (Chieti) chiama a raccolta viticoltori, critici, esperti e semplici appassionati per la presentazione della Guida Vitae 2022 e la degustazione dei vini delle ben 64 aziende presenti nella pubblicazione.
L’appuntamento è dalle ore 16,00 al Villa Maria Hotel & Spa, in contrada Pretaro. Si inizia con la presentazione della guida e la consegna dei riconoscimenti Quattro Viti, in Abruzzo andati ai vini di 23 aziende (elencate sotto), alla presenza di Nicola Bonera, referente nazionale Guida Vitae. Si prosegue con l’apertura dei banchi d’assaggio, dove dalle 17,00 alle 21,00 sarà possibile assaggiare 64 referenze di altrettante aziende (ingresso gratuito per i soci Ais in regola con l’iscrizione, 20 euro per i non soci). La degustazione è organizzata a gruppi contingentati, della durata di un’ora, in quattro fasce orarie dalle 17,00 alle 20,00.
L’ingresso è ovviamente possibile solo se in possesso di green pass. Per evitare assembramenti è opportuno registrarsi nella fascia oraria scelta sul sito www.aisabruzzo.it.
“Con il banco d'assaggio vogliamo raccontare l'eccellenza dell'Abruzzo vinicolo”, annuncia Gaudenzio D'Angelo, presidente Ais Abruzzo. “In degustazione ci saranno i 23 vini che hanno ottenuto il massimo riconoscimento delle 4 Viti, più un vino per azienda inserita in guida. Con 64 vini faremo una narrazione di tutto il panorama enologico abruzzese. La Guida vede moltissimi prodotti interessanti in tante categorie diverse, dal Montepulciano d'Abruzzo ovviamente per passare al Cerasuolo d'Abruzzo, ai vini spumanti, ai bianchi e fino ai passiti”.
Sono 64 le aziende vinicole abruzzesi presenti nella Guida Vitae 2022 dell’Associazione italiana sommelier (Ais), che ancora una volta fornisce un quadro puntuale e dettagliato sullo stato di salute del settore, offrendo spunti di riflessione e stimolando il dibattito fra tutti gli attori della filiera.
Ventitré sono le aziende che per i propri vini hanno ottenuto le Quattro Viti, massimo riconoscimento, mentre il riconoscimento del Tastevin è andato a La Valentina, di Spoltore (Pescara), per il suo Montepulciano d’Abruzzo Terre dei Vestini Bellovedere Riserva 2017.
L’ottava edizione di Vitae, a livello nazionale, ha premiato in tutto 22 vini, con valutazione di eccellenza (il Tastevin, simbolo dell’Ais). Si tratta di vini che, a giudizio dei sommelier professionisti, hanno contribuito a imprimere una svolta produttiva al territorio di origine, che rappresentano modelli di riferimento di indiscusso valore nella rispettiva zona, o che hanno strappato all’oblio e riportato all’attenzione del settore vitigni dimenticati, senza alcuna sudditanza psicologica nei confronti del numero di bottiglie prodotte o dell’immagine del produttore.
Sono complessivamente circa 3.000 i produttori che hanno accettato di mettersi in discussione e più di 30.000 i vini degustati rigorosamente alla cieca da un migliaio di sommelier. Tra questi sono oltre 600 i vini premiati con il massimo riconoscimento delle Quattro Viti.
Sfogliando la guida si ritrovano la Freccia di Cupido, assegnata ai vini in grado di suscitare emozioni al primo sorso, e il Salvadanaio, che identifica una spiccata qualità, con un occhio attento al prezzo di vendita. Segnalata anche la produzione di olio extravergine d’oliva. Accanto alla guida cartacea è disponibile la pratica app, un utile strumento da portare comodamente con sé.

I VINI ABRUZZESI “QUATTRO VITI”
1. Barba Montepulciano d’Abruzzo I Vasari 2018
2. Barone Cornacchia Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Vizzarro Riserva 2017
3. Cataldi Madonna Cerasuolo d’Abruzzo Piè delle Vigne 2019
4. Chiara Ciavolich Pecorino Fosso Cancelli 2018
5. Contesa Montepulciano d’Abruzzo Terre dei Vestini Chiedi alla polvere Riserva 2017
6. Paride D’Angelo Cerasuolo d’Abruzzo 2020
7. Fattoria La Valentina Montepulciano d’Abruzzo Terre dei Vestini Bellovedere 2017
8. Fattoria Nicodemi Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Notari 2019
9. Feudo Antico Tullum Pecorino biologico 2020
10. Il Feuduccio Montepulciano d’Abruzzo Margae 2017
11. Illuminati Montepulciano Colline Teramane Zanna Riserva 2017
12. Inalto Pecorino 2019
13. Marchesi Montepulciano Terra dei Vestini Santinumi Riserva 2015
14. Marramiero Montepulciano d’Abruzzo Dante Marramiero 2011
15. Masciarelli Montepulciano d’Abruzzo Iscra Riserva 2017
16. Orlandi Montepulciano Colline Teramane Riserva 2016
17. Emidio Pepe Trebbiano d’Abruzzo 2019
18. Podere Colle San Massimo Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Terrabruna 2017
19. San Lorenzo Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane Escol Riserva 2016
20. Torre dei Beati Montepulciano d’Abruzzo Mazzamurello 2018
21. Valentini Trebbiano d’Abruzzo 2017
22. Valle Reale Montepulciano d’Abruzzo vigneto di Sant’Eusanio 2019
23. Valori-Chiamami quando piove Montepulciano d’Abruzzo 2018
TUTTE LE ALTRE AZIENDE ABRUZZESI IN GUIDA
1. Amorotti 2. Ausonia 3. Baldassarri 4. Cantina Frentana 5. Cantina Terzini 6. Cantina Tollo 7. Cantine Bove 8. Cantine Mucci 9. Cascina del Colle 10. Chiusa Grande 11. Codice Citra 12. Codice Vino 13. Collefrisio 14. Costantini 15. Eredi Legonziano 16. Faraone 17. Fattoria Gaglierano 18. Jasci&Marchesani 19. La Quercia 20. Lepore 21. Francesco Massetti 22. Monti 23. Camillo Montori 24. Novaripa 25. Palazzo Battaglini 26. Praesidium 27. Rosarubra 28. Tenuta Arabona 29. Tenuta I Fauri 30. Tenuta Pescarina 31. Tenuta Terraviva 32. Tenuta Tre Gemme 33. Tenute Barone di Valforte 34. Terre d’Erce 35. Tiberio 36. Tocco Vini 37. Torre Zambra 38. Torri Cantine 39. Valle Martello 40. Ciccio Zaccagnini 41. Fausto Zazzara

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.