<<

RUGBY L'AQUILA SCONFITTA DALLA PRIMAVERA ROMA AL FATTORI, MA FINALE CONQUISTATA

Nonostante il risultato 12 a 13, la compagine aquilana si aggiudica la finale nel girone di qualificazione al torneo interregionale di serie C, con in palio la promozione in serie B

L'AQUILA - La Rugby l'Aquila conquista allo stadio Tommaso Fattori la finale nel girone di qualificazione al torneo interregionale di serie C, con in palio la promozione in serie B, nonostante la sconfitta di misura contro Primavera Rugby di Roma, per 12 a 13. Questo in virtù della migliore differenza punti, dopo la vittoria nella partita di andata con il risultato di 15 a 13.
La compagine aquilana, di cui è presidente Mauro Scopano, amministratore dell'Aterno gas &power, ed Head coach Massimo Di Marco, affronterà pertanto il 9 gennaio prossimo la Rugby Roma, che ha conquistato la finale con un secco 30 a 10 contro l'Arnold rugby.
Nel primo tempo la Rugby L'Aquila ha dominato la gara, mettendo a segno già a 6' una meta non trasformata con Lorenzo Pupi a cui ha fatto seguita quella, altrettanto bella di Simone Petrolati al 34', trasformata da Pupi. Gli ospiti hanno accorciato le distanze con due calci piazzati, fissando il parziale a 12 a 6.
Nel secondo tempo, come del resto accaduto nella partita di andata, la Rugby L'Aquila ha molto sofferto la controffensiva degli avversari, che nei minuti finali sono riusciti a ribaltare il risultato, con una meta di mischia all'80', trasformata. Obiettivo della qualificazione in finale comunque raggiunto. Man of the match Simone Petrolati.
Mercoledì 22 dicembre alle 18.30 si taglierà il nastro della sede della società, in via Vicentini, nel palazzo Del Tosto. A seguire, dalle ore 20.30, la cena di Natale, con giocatori, staff e sostenitori al ristorante Cacio e Pepe da Massari a Scoppito.

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.