<<

FRANCO SPINA NUOVO SEGRETARIO GENERALE CAMERA DEL LAVORO CHIETI

Soddisfatto il segretario generale della Cgil Abruzzo Molise, Carmine Ranieri

CHIETI - L’attuale segretario organizzativo della Cgil Abruzzo Molise, Franco Spina, è il nuovo segretario generale della Camera del Lavoro di Chieti. E’ stato eletto ieri, all’unanimità, dall’assemblea generale della Camera del Lavoro.
Cinquantuno anni, originario di Campobasso, Spina ha iniziato il suo percorso in Cgil nel 1993. Nel corso degli anni è stato segretario generale Flai, segretario generale della Filcams, responsabile del dipartimento organizzazione della Cgil Molise, segretario organizzativo della Cgil Abruzzo Molise (carica che manterrà), componente della commissione nazionale di garanzia Cgil e componente del consiglio di amministrazione dell’Inca nazionale.
“Ringrazio l’assemblea per la fiducia nei miei confronti – afferma Spina – La priorità di questo territorio sono le criticità dell’automotive e di tutto l’indotto e la necessità di rendere operativo il Pnrr. In tal senso, presteremo grande attenzione affinché gli investimenti che ci saranno avranno un’oggettiva ricaduta sul territorio”.
“La Camera del Lavoro di Chieti ha un nuovo segretario, dopo oltre un anno di commissariamento – afferma il segretario generale della Cgil Abruzzo Molise, Carmine Ranieri – Ringrazio l’ex commissario Manola Cavallini per il lavoro svolto. Il Chietino ha un ruolo cruciale in Abruzzo per la presenza di grandi imprese multinazionali che oggi sono a rischio di delocalizzazione: c'è da lavorare per garantire il mantenimento dei livelli occupazionali in questa necessaria e difficile fase di transizione ambientale, a partire dal settore dell'automotive. Faccio i migliori auguri di buon lavoro a Franco Spina”.

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.