<<

GIULIANOVA. INAUGURATA L'ALTALENA PER BAMBINI CON DISABILITÀ

Donata dal Circolo Colibrì ieri nel parco dell' Annunziata

GIULIANOVA - E' stata inaugurata ieri, nel parco del quartiere Annunziata, l'altalena per bambini con disabilità che il circolo Colibrì, sostenuto da tanti amici dell'associazione, ha voluto donare alla città. Erano presenti, alle 15, Ambra Di Pietro ed Egidio Casati del Colibrì, il Vicesindaco e assessore alle Politiche sociali Lidia Albani, il presidente del comitato di quartiere Sandro Brandimarte, il referente civico per la disabilità Antonio Fusaro, Massimo Grossi, titolare dell' Hotel "Baltic", Daniele Venditti, proprietario del Serenella Beach Club. Con loro famiglie e residenti del quartiere. Ambra Di Pietro ha espresso la soddisfazione del circolo e ricordato le tante iniziative di questo 2021. Nelle sue parole, il ringraziamento all' Amministrazione e ai tanti sponsor che permettono alla solidarietà di non rimanere un concetto, ma di dare frutti tangibili, in Senegal e anche a Giulianova, dove le necessità sono diverse ma dove tante cose sono ancora indispensabili, preziose. Il Vicesindaco Lidia Albani ha sottolineato l'importanza delle associazioni e dei singoli. "La collaborazione tra pubblico e privato- ha detto - si dimostra ancora una volta strategica per la realizzazione di una città migliore". Il presidente del comitato Sandro Brandimarte ha ringraziato il Colibrì ed, insieme al circolo, anche l' hotel "Baltic" e il "Serenella Beach Club" che hanno supportato il progetto. "Questo parco diventa ogni giorno più bello - ha detto- Idee nuove e la forza necessaria a realizzarle lo stanno rendendo un posto speciale, unico, inclusivo, qualificante per il quartiere e la città".

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.