<<

A ROSETO VIETATI I FUOCHI D'ARTIFICIO

Firmata dal sindaco Nugnes l'ordinanza per il 31 dicembre e primo gennaio, un atto di grande civiltà

ROSETO DEGLI ABRUZZI – Il Sindaco di Roseto degli Abruzzi Mario Nugnes ha firmato un’ordinanza per limitare l’accensione e il lancio di fuochi d’artificio su tutto il territorio comunale nei giorni dal 31 dicembre 2021 al 01 gennaio 2022. L’ordinanza pone il divieto, su tutte le aree pubbliche ed aperte al pubblico del territorio comunale, di accensione, lancio e sparo di fuochi d’artificio di cui al comma 2 dell’articolo 3 del D.Lgs. 29/07/2015, n. 123.
“In questo particolare momento in cui la pandemia torna a creare preoccupazione nella popolazione abbiamo deciso di evitare assembramenti e problematiche sanitarie connesse a eventuali incidenti che avrebbe coinvolto, gioco forza, i presidi sanitari territoriali ed i centri di primo soccorso già messi a dura prova da mesi e mesi di emergenza sanitaria” dichiara il primo cittadino rosetano.
“Inoltre, tenuto conto che i fuochi spaventano i bambini piccoli e i soggetti fragili, in particolare ne turbano il sonno a causa dei boati improvvisi che non permettono poi di riprendere sonno causando, specie nei più piccoli, veri e propri scompensi, considerato che, oltre alle persone, si debba provvedere anche alla tutela degli animali, domestici e non, particolarmente sensibili all’impatto dei botti e fuochi d’artificio, impatto che spesso costituisce un vero e proprio trauma e rilevata la necessità di limitare comunque il più possibile rumori molesti nell’ambito urbano, in tutto il territorio comunale ed in particolare in prossimità dei luoghi residenziali abbiamo deciso di prendere questa decisione nell’interesse della collettività”.

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.