<<

DOCUDI' 2022, GIOVEDI' DUE PROIEZIONI

Per la nona edizione del Concorso di Cinema Documentario dal 21 aprile al 26 maggio

PESCARA - Saranno due i film in concorso per DOCudì2022 che prosegue il suo ciclo di proiezioni presso l’Auditorium Cerulli in via Francesco Verrotti 42 a Pescara con ingresso gratuito.
IL CAMMINO PIU' LUNGO con la regia di Cecilia Fasciani - (anno 2020 durata 29 minuti). La storia di Simona Giannangeli, avvocata e parte del Centro Antiviolenza della città dell'Aquila, e il suo cammino di lotta contro la violenza maschile e di genere, in un territorio che presenta molte delle criticità proprie delle aree interne, acuite dal devastante terremoto del 2009, e a cui si è sommata l'emergenza Covid-19. 'Il cammino più lungo' è la lotta di una vita portata avanti da Simona, con le altre operatrici del CAV aquilano, insieme alla sua passione per le montagne del Gran Sasso e Monti della Laga, che da sempre hanno disegnato il contesto della sua vita. Cecilia Fasciani (1995) è una regista, sceneggiatrice e fotoreporter italiana; cresciuta a L’Aquila, attualmente vive a Bologna dove ha completato la laurea magistrale in Storia e Culture Globali. Ha studiato fotografia in scuole private tra Bologna e Londra, per poi continuare con lo studio dell’arte del documentario alla London Film Academy, della scrittura creativa e documentaria alla scuola Bottega Finzioni (tra le prime fondazioni narrative in Italia), e della cinematografia alla Diaframma Film Academy. Oggi porta avanti i suoi progetti di filmmaking, fotoreportage, documentari e giornalismo audiovisivo. È anche parte di SMK Factory, collettivo di filmmakers e casa di produzione indipendente con cui collabora da quando ha terminato gli studi. Produzione indipendente, co-produzione associata SMK Factory. Il progetto è stato completamente autofinanziato e supportato da una campagna crowdfunding su Produzioni dal Basso, e realizzato grazie a più di 100 sostenitori e sostenitrici.
IL SEGNO DEL PERDONO con la regia di Marco Zaccarelli – (anno 2021 durata 42’). A dieci anni dal suo battesimo, una bambina torna nella Basilica di Collemaggio appena restaurata dopo il terremoto del 2009, scoprendo il profondo legame degli aquilani con Celestino V e la Perdonanza Celestiniana. Marco Zaccarelli Libero professionista, svolge attività di consulenza nell’ideazione, realizzazione e coordinamento d’iniziative culturali, progetti collegati alla comunicazione visuale multimediale e alla cultura d’impresa, piani di sviluppo del territorio (Cultural Planning). Collabora con alcune case di produzione come autore, regista e responsabile di progetto. Ha insegnato progettazione e comunicazione ed è stato responsabile presso la Rai di Torino delle Relazioni Esterne e dell’Ufficio Stampa. Storico dell’arte, ha lavorato con Soprintendenze nel campo della ricerca storico-artistica e con Assessorati alla Cultura per la preparazione di materiali didattici e illustrativi per musei e mostre. Giornalista pubblicista dal 1991 al 2016, è autore e regista di video museali e istituzionali, testi teatrali e progetti espositivi. Negli anni, come autore o co-autore, ha realizzato i documentari: Il segno del perdono; A passage of time; L’Umbria di Beverly Pepper; La piazza; Saturnino Gatti; Amphisculpture; Il mito della velocità. Arte, motori e società nell’Italia del ‘900; Giovanni Pesce, l’ultimo garibaldino. 28 mesi in Spagna; Giacinta Borello; Balthasar Grabenspringer; Frate Andrea; Simon Chabrand; Torino 1706, l’alba di un regno; Ceretto (multivisione); La grande galleria d’armi. 1837 – 2005; 1884 – 2004. 120 anni di Borgo Medioevale a Torino; Torino, la storia della città (multivisione); Torino, una capitale nel cuore delle Alpi (multivisione); Il Museo di Antichità di Torino; Dal disegno alla fotografia; Bersano, Il Museo delle Contadinerie; Franco Fontana; Riccardo Moncalvo; RFI Il Passante Ferroviario di Torino; Galleria Beaumont 1732 – 1832; Arma virumque cano. Le armi preistoriche e classiche dellʹArmeria Reale di Torino; Palazzo Madama, i restauri; Gli Ecomusei della Provincia di Torino; 10 anni di Salone del Libro; Torino, frammenti; Primo Levi 1963/1986.
Le proiezioni presso l’auditorium Cerulli in via Francesco Verrotti, 42 a Pescara con Ingresso gratuito. E’ richiesta la PRENOTAZIONE compilando il Form https://tinyurl.com/prenoto-DOC2022 e l’osservanza delle norme vigenti in materia di Covid.
L’A.C.M.A. - Associazione Cinematografica Multimediale Abruzzese organizza anche quest’anno DOCudì il Concorso che vede l’assegnazione di due premi: "Docudì 2022" con il voto del pubblico e "Docudì sociale" che l'ACMA darà al film che avrà meglio trattato una tematica di natura sociale. Tutti i film in concorso sono stati prodotti nel 2019 - 2021 e sono per la quasi totalità tutte anteprime regionali.
Docudì, a cura del Festival del documentario d’Abruzzo, è nato sul modello del “festival diffuso” avendo il suo svolgimento nell’arco di più appuntamenti. Docudì, offre al pubblico la possibilità di accostarsi alle tante forme di osservazione e di indagine della realtà nelle quali si articola il linguaggio cinematografico documentaristico, e crea spazi di espressione per quegli autori e quei registi che si cimentano nella narrazione e nell'analisi della realtà contemporanea.
Il cinema del reale - il cinema che per necessità impiega poco budget e molto cervello - è in grado di registrare con la precisione di un sismografo i movimenti e i mutamenti di una società e della sua mentalità, affermandosi come la forma di espressione cinematografica più vivace ed eterogenea. Docudì ha l’obiettivo di coinvolgere il pubblico, commuoverlo, farlo viaggiare verso destinazioni sconosciute tutte da scoprire e verso realtà a loro vicine che, se viste da un’altra angolazione, cambiano completamente forma, assumendo nuovi significati. Quest’anno la nona edizione di DOCudì - Concorso di Cinema Documentario, Pescara 21 aprile - 26 maggio 2022 presso l’Auditorium Cerulli affronterà, attraverso i film ammessi al Concorso, varie tematiche. VIOLENZA CONTRO LE DONNE: il cammino di lotta di una avvocata aquilana IL CAMMINO PIÙ LUNGO regia di Cecilia Fasciani (giovedì 12 maggio)
L’AQUILA DIECI ANNI DOPO una bambina torna nella Basilica di Collemaggio IL SEGNO DEL PERDONO regia di Marco Zaccarelli (giovedì 12 maggio)
DISAGIO MENTALE: storia di due “emarginati” conosciutisi all’interno di una comunità di recupero BARATTOLI DI LATTA regia di Stefano Ianni (giovedì 19 maggio)
MUSICA: i Dago Red, band folk’n blues italiana che affonda le proprie radici in Abruzzo HEADIN’HOME regia di Silvio Laccetti (giovedì 26 maggio)

Allmedia Comunicazioni P.I.01986210688 - tel. 3279033474
Testata giornalistica AllNewsAbruzzo.it registrata presso il Tribunale di Pescara al n. 18/2011 dell'8/11/2011 - Iscrizione al Roc n. 22390.
Alcune fotografie potrebbero essere prese dalla rete considerandole di dominio pubblico. I legittimi proprietari, contrari alla pubblicazione, possono contattare la redazione.